Assoraider, Associazione Italiana di Scautismo raider

4^ chiacchierata: Cosa ci aspetta?

I Rover e le Scolte hanno potuto fare, in modo virtuale, un rapido viaggio nei luoghi dove vivranno per dieci giorni un’intensa esperienza assieme a molti altri Scout.
Etienne, Benoît e Guillaume stanno preparando un’attività simpatica per i festeggiamenti del B.-P. Day. Ma tra di loro si chiedono cosa veramente li aspetta e avanzano ipotesi…
“Beh, potremo cantare tutto il giorno con chitarre e bonghi seduti sotto degli alberi al fresco!” propone Etienne.
“Avremo tante cose da raccontarci, io non vedo Sophie e François dal San Giorgio scorso!” dice Guillaume.
“Per non parlare poi delle lunghe nottate che trascorreremo insieme attorno al fuoco!” aggiunge Benoît.
Louis si avvicina e, scoppiando in una forte risata simpatica, interrompe il lavoro dei tre ragazzi, dicendo: “Non sono niente male le vostre prospettive! Effettivamente anche io non vedo l’ora di essere lì a Gubbio in mezzo a così tanta gente! Vi ricordo, però, che facciamo parte della Terza Branca…”
“Sì, quindi servizio e imprese.” risponde prontamente Guillaume.
“Avventura: sfidare i pericoli, andare alla scoperta di nuove strade, provare tensioni ed emozioni” aggiunge subito Etienne.
Benoît conclude: “Affrontare tutto insieme con entusiasmo e volontà di successo.”
Louis, rivolgendosi a Baptiste, dice ironicamente: “Hai sentito? Non sono mica stupidi i nostri Rover: li conoscono bene i punti-chiave principali del Roverismo.”
E ritornando verso i ragazzi, aggiunge: “Le attività che svolgeremo non saranno altro che la messa in pratica di questi semplici concetti! Assieme a Baptiste ho preparato un poster per mostrarvele.”
E con un tono di voce più forte chiama tutti: “Compagnia! Tutti qui!”, mentre Baptiste apre il poster e lo sistema sul muro della stanza.

“Che ve ne pare?” chiede Louis.
“Beh, interessante, ma penso non ci sia nulla di nuovo in quello che ci hai mostrato.” risponde Sophie. “Vogliamo sapere più nel dettaglio come svolgeremo ciascuna di quelle attività! Dai, non teneteci sulle spine!”
Baptiste, sorridendo, dice: “Ah, ah! Certo, certo… Non possiamo, però, svelarvi tutto adesso! Vi rovineremmo tutta la sorpresa!” E rivolgendosi verso Louis, aggiunge: “In realtà, credo che, un poco alla volta, potremmo fornire loro dei piccoli spunti che, secondo me, servirebbero perfino di aiuto alla preparazione.”
“Senza dubbio, Baptiste. Sono perfettamente d’accordo!” gli risponde Louis.
E ai ragazzi: “Allora nelle prossime riunioni vi daremo maggiori dettagli e magari potremmo anche organizzare delle attività originali a riguardo. Tutti d’accordo?”
“Se proprio ci costringi ad aspettare…” conclude rassegnato Etienne.

logo-rovermoot

5^ chiacchierata: Come prepararsi a una tale avventura?

Louis e Baptiste si incontrano in sede per discutere alcuni dettagli da presentare ai ragazzi.
“Baptiste, la Compagnia mi sembra molto contenta e tutti sono carichi per affrontare il ROVERMOOT, a cominciare da ora.” inizia Louis.
“Sì, mi hanno data la stessa impressione. Noi, d’altro canto, dobbiamo fare in modo di tenere alto questo livello di entusiasmo, per ottenere il massimo da tutti. Abbiamo ancora diversi mesi davanti, ma tanto lavoro da fare.” risponde Baptiste. “Penso che la prima cosa da fare sia quella di evidenziare a tutti i nostri Rover e Scolte alcuni concetti fondamentali, che loro conoscono ma che fa sempre bene rinfrescare alla memoria. Giusto, Louis?”
Senza perdere tempo, Louis esclama: “Sì, Bapt! Mi è appena venuta in mente un’idea: proponiamo ai ragazzi stessi di preparare delle schede sintetiche da appendere poi in stanza di Compagnia, con quello che loro ritengono più idoneo per quanto riguarda lo stile, l’equipaggiamento, ecc…
Ovviamente noi li guideremo e daremo loro delle dritte su eventuali cose da scrivere o correggere.”
“Mitico, Louis!” risponde entusiasta Baptiste.
I due Capi, allora, propongono l’iniziativa alla Compagnia ed ecco i risultati prodotti:

Baptiste dice: “Louis, il risultato è ottimo, ma siamo sicuri che i ragazzi faranno tesoro di tutte queste cose e che sapranno metterle in pratica? Mi riferisco, in particolare, al modo d’indossare l’uniforme, alla maniera di comportarsi durante il ROVERMOOT, ecc…”
“Non preoccuparti, Bapt! I ragazzi sono consapevoli di quello che hanno scritto e faranno di tutto per applicarlo. E poi ci siamo noi, no?!”
“Sì… Però pensavo che organizzare un chiacchierata o una veglia a questo proposito non sarebbe male, anche perché spesso queste cose non le affrontiamo sino in fondo… ma sono importanti per il nostro essere scaut!”
“OK, allora approfitteremo della prossima impresa di Compagnia per parlarne.” conclude Louis.

Post correlati

X