Assoraider, Associazione Italiana di Scautismo raider

Aldo Marzot

Nato a Vicenza nel 1904, Aldo Marzot entra giovanissimo nello scautismo laico (CNGEI) del quale percorre rapidamente tutte le tappe, ricoprendo numerosi ed importanti incarichi. Ingegnere a 22 anni, si specializza nel campo dell’organizzazione industriale ed in seguito, della sicurezza sul lavoro. Il suo nome di totem era “Pellicano del Cimone”.

Fu così chiamato in quanto il “pellicano” è l’unico animale che, in caso di necessità, si lacera il petto per nutrire con le proprie viscere i suoi piccoli; “del Cimone” perché, in questo luogo, giovanissimo, si distinse nel recupero delle ossa dei caduti in battaglia per poi destinarle ai sacrari di guerra. Al Campo Scuola di Gilwell Park in Inghilterra – “mecca” dello scautismo mondiale – ottiene i “tizzoni”, raggiungendo il titolo di Deputy Camp Chief of Gilwell, che lo pose nella condizione di rilasciare brevetti scout internazionalmente validi.

Nel 1960 è Capo Scaut del CNGEI, carica che ricopre sino al 1962, quando diede le dimissioni dall’Associazione. Nel giugno del 1965 fonda l’Assoraider di cui diventa il primo Presidente Capo Scaut, carica che ricoprirà sino al Luglio del 1976, data del suo “Ritorno alla Casa del Padre”.

X