Assoraider, Associazione Italiana di Scautismo raider

La Branca Esploratori

Lo Scautismo è un gioco per ragazzi, diretto dai ragazzi, in cui fratelli maggiori possono dare ai loro fratelli più giovani un ambiente sereno, incoraggiandoli ad attività sane che li aiuteranno a sviluppare il loro civismo, occupandosi della persona, non della massa, e coltivando sia le doti intellettuali, sia quelle puramente fisiche o morali
La più forte attrattiva che lo Scautismo esercita è mediante il contatto con la natura e la scienza dei boschi, ma più importante dell’attività stessa è il metodo, che da ampia possibilità di iniziativa, autocontrollo, fiducia nei propri mezzi e capacità di autogoverno.
Per sviluppare lo spirito d’iniziativa lo Scautismo non fa affidamento soltanto sul programma di attività rivolte al ragazzo, ma utilizza la sua struttura organizzativa: Pattuglie e Reparti. Questo insegna ai ragazzi a lavorare insieme in gruppi, e lo sforzo in comune verso un fine comune, che è già in se stesso una educazione al senso della democrazia. Incoraggiando gli Scaut a compiere Buone Azioni e, in un secondo tempo, a prestare un servizio per la comunità e portandoli a fare ciò non con l’ipocrisia di chi cerca una ricompensa, ma con spirito sano ed allegro, si può far per loro anche più di quanto si farebbe incoraggiandone l’abilità o la disciplina o la cultura, perché si insegna loro non tanto come guadagnarsi da vivere, quanto piuttosto come vivere.

I QUATTRO PUNTI  DELLA FORMAZIONE SCAUT

Per raggiungere lo scopo di educare il cittadino attivo, il metodo Scaut rivolge la sua attenzione ai seguenti quattro punti, essenziali alla formazione alla vita sociale:

Carattere, che noi sviluppiamo mediane: il sistema delle pattuglie, la legge Scaut, la tecnica Scaut, la scienza dei boschi, la responsabilità affidata al capo pattuglia, i giochi di squadra, l’ingegnosità richiesta dalla vita di campo. In questo punto rientrano anche la formazione sviluppo degli aspetti spirituale dell’individuo.

Salute e forza fisica, che vengono curate per mezzo di giochi, esercizi fisici, nozioni di igiene personale e di alimentazione.

Abilità manuale, che viene sviluppata con attività in sede, attività pionieristica, costruzioni, astuzie della vita di campo, e le varie forme di espressione artistica; tutto ciò tende alla formazione di persone che sappiano adoperare le proprie mani.

Servizio del prossimo, viene sviluppata la capacità e la voglia di essere cittadini attivi sotto la forma della Buona Azione; questa può essere sia un atto in se poco importante, sia un servizio per la comunità di grande rilevanza

Esploratori ed Esploratrici,
ovvero ragazzi e ragazze avventurosi, dagli 11 ai 14 anni, che per 4 anni percorrono insieme il cammino Scaut.
Il nostro punto di forza è l’Avventura; per questo la vita degli Scaut si svolge prevalentemente all’aria aperta, a contatto con
la natura.

I nostri gruppi base sono chiamati “Pattuglie” e hanno nomi di animali (es. Pattuglia Mangusta, Pattuglia Serpente, Pattuglia Giaguaro, ecc…) che rappresentano le caratteristiche principali del gruppo.
All’interno di ogni Pattuglia vi è un’organizzazione particolare: vi è un Capo Pattuglia, che assicura che tutto funzioni nel modo corretto, porta la sua esperienza e le sue conoscenze per far sì che anche i più piccoli possano imparare nuove cose.
Il Capo Pattuglia (CP) è aiutato da un Vice Capo Pattuglia (VCP), e poi esistono altri ruoli all’interno della Ptg che vengono affidati a tutti i componenti del piccolo gruppo (pattugliotti) e che si dividono in Incarichi fissi, come il magaziniere, il tesoriere, il segretario, l’infermiere ecc. e Posti d’Azione che sono incarichi temporanei a seconda del tipo di attività che si vorrà svolgere, come Pioniere, Cuoco, Fotografo, ecc.

Il gruppo che nasce dall’unione di più pattuglie si chiama Reparto. Vivere all’interno del Reparto è un po’ come vivere nella società in cui siamo immersi ogni giorno: si discute, si parla, ci si confronta e soprattutto si vivino insieme indimenticabili avventure.

Essere uno Scaut, non vuol dire soltanto far parte della propria Pattuglia e del proprio Reparto, ma significa condividire gli stessi ideali di fraternità e pace con tutta la grande famiglia degli Scaut che conta miglioni di aderenti in tutto il mondo.

“Il sistema delle Pattuglie è l’aspetto essenziale per il quale l’educazione Scaut differisce da quella di qualsiasi altra organizzazione.”