Assoraider, Associazione Italiana di Scautismo raider

Dopo tre anni di “assenza” a seguito di attività Nazionali, l’Assoraider ha di nuovo partecipato agli Special Olympics. C’erano volti nuovi e non, sia tra di noi sia tra gli organizzatori, ma dopo i primi momenti di lieve smarrimento sembrava che fossimo li da chissà quanto tempo e conoscessimo al 100% i nostri compiti e le nostre funzioni. I nostri ragazzi hanno affrontato con spirito di servizio ed encomiabile disponibilità tutto ciò che c’era da fare; dall’allestimento delle sale per la mensa nei box di Ferrari, Mc Laren ecc. ecc. … ad accompagnare le delegazioni nei loro alloggi. Dall’allestire le palestre, ad accompagnare gli atleti alle gare ; dall’animare i momenti vuoti durante le competizioni, ad essere degli ottimi “valletti” durante le premiazioni. Insomma abbiamo fatto di tutto e di più! Sette giorni passati con gli atleti e per gli atleti, hanno lasciato il segno nei nostri cuori; perchè ciò che ti danno questi specialissimi campioni è veramente impagabile. Con gioia e simpatia affrontano le gare impegnandosi al massimo sperando, si di vincere, ma anche di portare a conclusione la gara – che per loro è il traguardo forse più ambito – in quanto frutto del loro impegno. Tutti noi, impegnati in questo specialissimo servizio, siamo consapevoli di aver dato un contributo non indifferente, accompagnando ed incitando i vari atleti; ma sappiamo anche, che abbiamo appreso da questi “Campioni” tante di quelle “cose” semplici ma importanti da portare per sempre dentro di noi.

cerimonia

X