Assoraider, Associazione Italiana di Scautismo raider

E’ in corso a Villa Olmo (Como) l’ISGF WORLD CONFERENCE 2011, ovvero la conferenza mondiale delle associazioni di scautismo per adulti, dal tema “I beni comuni: aria, terra, acqua”. Già dal titolo, la conferenza appare particolarmente interessante per coloro che guardano con attenzione ed apprensione alle sorti dell’ambiente in questo periodo di accentuazione dello sviluppo industriale in aree del pianeta sino ad oggi considerate “verdi”. Emerge altresì subito un chiaro richiamo ad una comunione di beni che trascende il piano materiale con lo sguardo rivolto allo spirito che nell’ambiente che ci circonda può intravedere la perfezione di unna superiorità divina.
In qualità di Commissario Nazionale alla Protezione Civile ed all’Ambiente, è per me stato un grande onore prendere parte alla cerimonia di inaugurazione il primo giorno della conferenza, insieme alle altre associazioni che compongono il panorama scoutistico italiano, alle quali il Masci ha saputo sapientemente estendere l’invito in un’ottica di fratellanza scaut che non può trovare nella propria organizzazione logistico-burocratica un’ostacolo alla condivisione degli ideali.
La cerimonia di apertura ha avuto inizio con il messaggio inaugurale del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nello splendido scenario del giardino della Villa, affacciato direttamente sul Lago di Como dove, con l’aiuto del Gruppo AGESCI di Como, era stata allestita la struttura dell’alzabandiera e del portale. La “Lucia”, tipica barca del lago lariano, è approdata nella piccola darsena antistante al portale, consentendo lo sbarco degli alfieri che, oltre alle bandiere, hanno portato uno striscione di circa 30 metri, formato da tutte le bandiere delle 51 nazioni partecipanti. La suggestiva la cerimonia, coronata dall’inno di Mameli e da canti scout, alla presenza delle autorità civili e religiose della città, ha dato l’avvio alla manifestazione che si è subito spostata nel palatenda montato per l’occasione dove gli esploratori hanno presentato una cartolina dei luoghi ospitanti la conferenza intonando, oltre ai canti scaut, brani del celebre Davide Van De Sfroos, cantautore lariano.
Nelle giornate successive, gli incontri sono continuati nel rispetto della calendarizzazione fissata, ma non sono mancate occasioni di svago per i partecipanti che potevano approfittare dei momenti di libertà per girare la città e visitare le celebri bellezze del lago.
Quello che la nostra associazione deve cogliere da un simile evento è sicuramente la sua natura riflessiva e dialogica da cui scaturirà una linea che l’ISGF intende seguire sui temi trattati per gli anni a venire. Lo scautismo per adulti, infatti, deve necessariamente comprendere un impegno civile che consenta agli scaut un positivo intervento sulla società in cui vivono, dettato dagli ideali che BP ci ha lasciato e che proponiamo ai ragazzi che si accostano al movimento.
Un importante evento in una splendida città italiana. Sperando di poter ripetere ancora una tale manifestazione, l’ISGF da appuntamento alla prossima conferenza mondiale che verrà organizzata dai fratelli scaut della Confederazione Elvetica.
Osare,
Vittorio Sanese