Assoraider, Associazione Italiana di Scautismo raider

1Ventennale 2Mercatini

1) Abbiamo organizzato due giornate porte aperte nel mese di maggio. il primo giorno ci siamo ritrovati di fronte al municipio e abbiamo sfilato, preceduti dalla banda, per tutto il borgo vecchio fino all’aula consiliare. Lì abbiamo allestito una mostra fotografica e nell’aula stessa c’è stato l’incontro con gli ex capi del nostro gruppo e l’attività con la banda, subito seguita dallo spettacolo teatrale del reparto “I tre capelli dell’orco”. I partecipanti sono stati entusiasti di vedere le nostre foto e di assistere allo spettacolo. Il secondo giorno i festeggiamenti sono stati in sede, dove c’è stata l’alza bandiera con gli interventi delle autorità. Dopo, oltre alla mostra fotografica allestita in tana, abbiamo dato il via all’attività “scout per un giorno” con un grande gioco a tappe farcito di giochi tipici come “Palla scout”, “Bandiera francese”, “Spazzola” ma anche attività solo divertenti come “Indovina la canzone”. Abbiamo mangiato tutti assieme e per finire abbiamo chiuso con il gioco “Torte in faccia ai capi”: Ragazzi, ex iscritti e ospiti vari potevano scegliere uno qualsiasi dei capi e bersagliarlo di torte alla schiuma in faccia (abbiamo creato un apposito cartone con il buco per la faccia e il resto disegnato a forma di omino). PRO: Enorme visibilità, i “nuovi” possono toccare con mano che cos’è lo scoutismo e il clima di grande famiglia felice che si respira al suo interno. In oltre è oggettivamente un attività divertente e che permette di completare imprese e “attività a lungo termine” in modo spettacolare. In oltre l’attività con la banda, che ci ha fatto vedere gli strumenti e come funzionano, è piaciuta molto ai lupi. CONTRO: La logistica e l’organizzazione dell evento hanno richiesto quasi un anno di preparazione e hanno rubato molto tempo ai capi e ai raider. Se bene non sia successo grazie alla numerosa partecipazione al pranzo e alle attività dei due giorni, si rischia gravemente di andare in perdita col bilancio.

2) In vista del campo in sardegna fare grana era una necessità impellente, così abbiamo fatto molti mercatini, prima di lavoretti e poi con pesca di giocattoli usati dei lupi. PRO:Partecipare ai mercatini rionali in occasione di natale, della festa della birra e di altri eventi simili ci ha dato visibilità: gli organizzatori stessi ci chiedevano di partecipare perché portavamo vitalità. In oltre fare molti mercatini ha costretto tutti i lupetti a vincere la timidezza e a parlare con la gente. In fine è un attività assai remunerativa. CONTRO: Tali attività rubano una marea di tempo ai capi e alle riunioni, rallentando la progressione individuale e il procedere dei racconti giungla.

X