Assoraider, Associazione Italiana di Scautismo raider

1.000.000.000 di persone soffre di fame cronica; è I’m mad as hell.

Da anni il problema della fame del mondo investe intere popolazioni raggiungendo attualmente la spaventosa cifra di 1.000.000.000 e per questo che in vista del vertice mondiale sulla sicurezza alimentare, il Presidente della FAO Jacques Diouf lancia attraverso il sito www.1billioonhungry.org una petizione semplice, essenziale ed incisiva, per far sentire ai grandi della terra la nostra più veemente protesta. Il sito ospita una sola pagina dove Diouf conta fino a 6, il drammatico tempo necessario perchè al giorno d’oggi un bambino muoia di fame. Nel 2010 il nostro mondo ipertecnologico mette ancora a rischio di morte per fame, la vita di oltre un miliardo di persone in tutto il mondo. La FAO ha lanciato una grande petizione on line, che esorta la gente in tutto il mondo ad indignarsi per il fatto che circa un miliardo di persone soffre la fame. Il Progetto ‘1billionhungry’ usa immagini forti per mostrare cosa davvero può significare aver fame, mentre un linguaggio diretto ed una grafica innovativa attraggono l’attenzione sul fatto che è giunto il momento di dire basta! Icona della campagna, un fischietto giallo per esortare la gente a “fischiare” contro la fame. Una petizione mondiale fa appello ai governi affinché facciano dell’eliminazione della fame la priorità numero uno “Dovremmo tutti essere molto arrabbiati per il fatto che altri esseri umani continuino a soffrire la fame” ha dichiarato il direttore generale della FAO, Jacques Diouf. “Se anche voi lo siete, vorrei che esprimeste questa rabbia aggiungendo il vostro nome alla petizione ‘billionhungry’ che trovate su www.1billionhungry.org che siate ricchi o poveri, giovani o vecchi, nei paesi in via di sviluppo come in quelli sviluppati”, ha aggiunto. Martedì 27/05/2010  chi passeggiava per il centro di Roma è rimasto colpito dal suono di centinaia di fischietti provenienti dalla sede centrale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura.

fame-nel-mondo

Numerosi i testimonial presenti: il rinomato calciatore Patrick Vieira, il velocista olimpionico Carl Lewis, oltre al Direttore Generale della FAO, Jacques Diouf. Gli organizzatori della campagna hanno scelto un’immagine significativa: un fischietto giallo, che simboleggia la volontà di farsi sentire per risolvere il problema. Altrettanto immediato e forte lo slogan, che recita “I’m mad as hell!”, “sono incavolato nero”. Il sito ufficiale dell’iniziativa, tradotto in tutte le lingue, presenta una rassegna di materiale informativo sulle dimensioni del problema, sui paesi più colpiti, sulle azioni che ognuno di noi può intraprendere per dare il suo contributo. In una sezione apposita sono disponibili i video dei testimonial d’eccezione che hanno deciso di aderire, tra cui l’attore Jeremy Irons e il calciatore Patrick Viera. Alla manifestazione erano presenti i Lupetti e Lupette del Branco del Popolo Libero della sezione di Roma4 che hanno voluto partecipare alla protesta ed armati di fischietto e di facce arrabbiate, hanno dato il loro contributo nel far sentire questa voce che sperano non rimanga isolata.

X