Essere diverso significa non essere uguali.

Può sembrare una banalità, ma in realtà dietro questo semplice concetto si nascondono tanti pregiudizi e problematiche. La diversità fa sempre un po’ paura, è poco rassi

 

curante, non ci dà sicurezza e spesso ci fa sentire a disagio. La diversità può  rappresentare una scoperta e uno stimolo verso le altre culture e non solo, anche semplicemente verso il proprio vicino di gomito. 

La storia ci insegna che l’essere diversi è stato spesso motivo di guerre e persecuzioni razziali.

 

Oggigiorno, in molti paesi, la cultura alla sensibilità, al rispetto e alla valorizzazione di ciò che siamo ha portato ad una visione corretta della diversità. Accettare e considerare il diverso non  è omologazione, cioè essere tutti uguali ma riconoscersi diversi ed unici. Per questo è importante, soprattutto per noi ragazzi, mantenere una propria identità e non tutti dobbiamo sentirci obbligati a seguire le mode,  ad usare i social ed a condividere le stesse idee. UN PROVERBIO DICE:”IL MONDO È BELLO PERCHÉ È VARIO” E ALLORA COLORIAMOLO VOLENDOCI BENE NELLA DIVERSITÀ.