Un sogno diventato realtà!

Buona Caccia! Siamo quattro ragazzi del Reparto Rocca Sorella di Sora, siamo qui per raccontarvi la realizzazione del nostro sogno: diventare Capi e Vice-Capi Pattuglia.

Sin da quando siamo entrati nel reparto abbiamo sempre ammirato i nostri Capi e Vice.

Grazie a loro abbiamo imparato il vero significato del sacrificio, della costanza, della lealtà, dell’impegno, dell’onesta, del coraggio e del rispetto nei confronti degli altri. Per noi sono stati un punto di riferimento, ci hanno accompagnato in questo percorso e dobbiamo dire che, grazie al loro aiuto siamo cresciuti con uno spirito da veri Scout.

Queste son cose che ti restano dentro!

Oggi, con tanta buona volontà, forza e coraggio siamo finalmente diventati dei Capi e Vice-Capi Pattuglia. Cerchiamo sempre di fare del nostro meglio in modo che i nostri pattugliotti si sentano a loro agio, così che in un futuro loro possano prendere il nostro posto e gestire le loro future pattuglie. 

Trasferiremo loro il nostro sapere e la nostra passione in modo che crescano con la stessa grinta e con lo stesso spirito Scout con il quale siamo cresciuti anche noi.

I nostri sogni!

Buona Caccia! 

Nicolò

Il mio nome è Nicolò, ho 14 anni e faccio parte degli Scout da ben quattro anni. Con i miei amici ho vissuto un sacco di belle avventure. Ricordo ancora: 

  • quando andavo a fare la legna nelle zone più sperdute del campo; 
  • tutte le volte che ideavamo delle scenette per poi esibirci davanti le altre pattuglie;
  • le notti insonni che organizzavamo e che aspettavamo con tanto entusiasmo perché ci incontravamo in uno dei nostri bungalow.

Ripensare a tutte queste belle cose fatte insieme mi sembra di essere stato per tutta la vita in un sogno: quanti fuochi di bivacco, quante volte abbiam cantato e ballato, le attività impegnative ma divertenti, belle e collaborative.

Queste son cose che, oggi come oggi, molte persone non capiscono e non scopriranno mai. Essere Scout vuol dire spirito di squadra, aiutarsi l’un l’altro, rimanere sempre uniti e tanto altro.

Un mio grande sogno è sempre stato quello di diventare un Capo Pattuglia e dopo tanto impegno e forza di volontà lo sono diventato. Tutte queste belle esperienze rimangono dentro e non escono più. Mi impegnerò affinché i pattugliotti possano vivere le stesse emozioni e crescano con la stessa passione e spirito Scout che io sento di avere. 

Sin da quando ho cominciato a far parte del reparto Rocca Sorella di Sora ho capito quanto gli Scout fossero persone volenterose, gentili e simpatiche. Con il tempo mi sono ambientato ed ho trovato fantastici amici che, tutt’oggi, fanno parte del reparto e, come me, sono diventati Capi e Vice-Capi pattuglia. Per me gli Scout sono come una grande casa che lascia sempre il portone socchiuso perché se un giorno decidessi di andar via per motivi personali, sono sicuro che sarò per sempre il benvenuto qualora decidessi di rientrare. Questo lo dico perché una volta aver recitato la promessa si diventa e si rimane scout per sempre.

Oltre agli scout un mio sogno nel cassetto, che ho sempre avuto sin dai primi anni della mia infanzia, è quello di diventare un grande campione di nuoto, essere riconosciuto dalle persone per via di questa mia passione e partecipare alle internazionali.

Buona Caccia!!!

Francesco

Sono Francesco, ho 14 anni e faccio parte del reparto Rocca Sorella di Sora. Per me essere arrivato fino a qui è molto importante, sin da piccolo faccio parte di questa grande famiglia sono stato accolto come se fossi loro figlio.

Quando ero piccolo diventare Capo Pattuglia mi è sempre parso un sogno irrealizzabile, ma quest’ anno, con molta gioia, il mio sogno è diventato realtà. Essere Capo Pattuglia regala sensazioni che io non ho mai immaginato di poter provare. Ho sempre visto i miei Capi e Vice-Capi Pattuglia come degli alieni. Quindi per me esserlo è molto importante, mi fa sentire realizzato, mi fa sentire un punto di riferimento per i pattugliotti…

Oltre a sognare di diventare un Capo Pattuglia ho anche altri sogni come ogni ragazzo della mia età. Un sogno che desidero più di qualunque altra cosa è di riuscire a diventare indipendente, non essere di peso ai miei genitori ma al contrario vorrei cercare di aiutarli. Un altro mio sogno è quello di diventare importante per una persona speciale. Spero di non vi avervi annoiato e che un giorno ci potremmo vedere. 

Buona caccia!!!

Melissa

Sono Melissa, ho 13 anni e faccio parte del reparto “Rocca Sorella”. Come già detto in precedenza avevamo tutti un sogno in comune: entrare a far parte dell’Alta Pattuglia e finalmente ci siamo riusciti! All’inizio ero un po’ disorientata soprattutto a causa della mia timidezza, ma con il tempo mi sono sentita sempre più a mio agio. Secondo me i ruoli di Capo e Vice-Capo Pattuglia sono di fondamentale importanza in quanto il nostro comportamento si riflette poi sul comportamento della pattuglia stessa. 

Il reparto però non è solo regole, imprese e sfide: il reparto è una famiglia, dove puoi confidarti, divertirti e perché no, anche soffrire. Ricordo tanti bei momenti vissuti all’interno della mia Sezione, dalle escursioni ai fuochi serali, dal montaggio del campo alle veglie sotto le stelle… 

Posso dire quindi che si, il mio sogno di diventare Capo Pattuglia si è avverato, ma il mio vero sogno si è realizzato già da tempo: ho trovato una seconda famiglia!

Buona Caccia!!!

 

Giuseppe

Sono Giuseppe Gabriele, un ragazzo di 14 anni che frequenta gli Scout del Reparto Rocca Sorella da ben 8 anni. Sin da quando sono entrato a far parte di questa grande famiglia ho cominciato a svolgere tante belle attività che nella vita di tutti i giorni non facevo. Ho frequentato 4 anni i lupetti, di cui due anni sono stato vice-capomuta e capomuta. Successivamente sono passato agli esploratori, dove ho appreso tecniche che vedevo solo nei film, ad esempio: imparare a cucinare da soli, montare una cucina da campo e montare una tenda. Ora finalmente sono diventato Vice-Capo Pattuglia e posso finalmente insegnare ai piedi teneri ed ai pattugliotti le cose che ho appreso in questi 8 anni di scoutismo. 

Un mio grande sogno nel cassetto è diventare un professore di matematica perché mi piace la materia e perché mi reputo portato. Con impegno e passione tutto è possibile e ce la metterò tutta per riuscire a realizzare questo mio sogno. 

Buona Caccia!!

In tutto ciò: – “Che cos’è veramente un sogno?”

Un sogno è un qualcosa di realizzabile a cui dobbiamo dedicare tanto tempo della nostra vita per far sì che si avveri, ma allo stesso tempo dobbiamo credere in noi stessi, ripeterci nella mente che tutto è possibile ed andare avanti sempre e comunque. 

Un grande sogno richiede tanto impegno e sacrificio!

“Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro!”

Papa Giovanni Paolo II