Assoraider, Associazione Italiana di Scautismo raider

Le Chiacchierate sono state pensate come strumento per permettere a Compagnie e Quadrati di prepararsi a questa entusiasmante attività nazionale. In esse sono state fornite precise indicazioni, sotto forma di storia e dialoghi, al fine di far capire come essa si sarebbe svolta e, al tempo stesso, di stimolare la curiosità e la creatività delle unità e dei loro capi, dando loro anche degli spunti di riflessione.

07rs

1^ chiacchierata: “RIS…veglia la tua voglia di strada”

“Buona strada a tutti!”

Anche stavolta Etienne arriva tardi in sede, con un’uniforme non proprio perfetta e senza il foulard, che indossa appena toltosi il giubbotto.

Nella stanza, tutti gli altri Rover e Scolte della sua Compagnia lo aspettano, come sempre, chiacchierando del più e del meno; in un angolo, impazientito, Louis, il Capo Compagnia con Baptiste, il suo Vice.

Ben venti minuti dopo l’ora ufficiale di inizio delle attività, la Compagnia si dispone in cerchio e il Capo lancia l’urlo. Ma ecco che, all’improvviso (o quasi prevedibilmente), una simpatica canzoncina fa allontanare Etienne che, tranquillamente, risponde al suo cellulare.

Louis sembra non essersi accorto di nulla e divide subito la Compagnia in Ronde per proseguire la preparazione dell’impresa che insieme hanno deciso di realizzare nelle prossime settimane.

Etienne rientra dopo la sua telefonata e, senza considerare che i suoi compagni sono già al lavoro da un pezzo, inizia a scherzare e ridere con alcuni di loro. Gauthier lo chiama: Etienne dovrebbe essere assieme a lui e a Pauline ad organizzare il materiale occorrente per l’impresa. Tra una battuta e l’altra, si avvicina a loro e pian piano cerca di capire cosa deve fare.

Louis ha osservato tutto: “Questa situazione va ormai avanti da due mesi e non può più essere tollerata.”, dice a Baptiste. “C’è bisogno che faccia qualcosa. Devo assolutamente capire i motivi di un simile comportamento, che presto potrebbe danneggiare la stessa Compagnia. Basta, ho deciso, gli parlo.”

Louis chiama Etienne fuori dalla stanza e lo invita a seguirlo giù nel cortile della sede.

“Etienne, sono preoccupato per te e per tutta la Compagnia: ho bisogno di capire quali sono le cause che ti spingono a comportarti in modo così irrispettoso.”

Il Rover resta zitto, sembra quasi non sapere cosa rispondere. Poi: “Forse hai ragione, ma non ingigantire le cose. Sai meglio di me che non è un periodo facile. La Compagnia è profondamente cambiata: gli anziani sono andati via e nuovi Rover e nuove Scolte sono arrivati dal Reparto. Per me questo è già il terzo anno e non sono particolarmente entusiasta, del resto mi sembra di fare sempre le stesse cose. Ma se non altro, ne approfitto per stare fuori di casa e con un po’ di amici.”

A Louis pare tutto più chiaro: Etienne, lungo la sua strada da Rover, incomincia a perderne le tracce e non ha alcuna voglia di ritrovarle. Effettivamente, serve qualcosa che lo “stupisca”, che gli faccia ritornare la voglia di percorrere la sua strada, come un tempo.

Louis non ha ancora parlato alla sua Compagnia della grande avventura che la aspetta e che sola, forse, è in grado di stimolare la passione dei suoi Rover e delle sue Scolte, ragazzi e ragazze che, nella loro vita quotidiana , sono attratti da molte più cose ma che, nonostante questo, continuano a frequentare la sede scout. Non si può sprecare una simile occasione.

Capo e Vice Capo Compagnia, allora, decidono che è giunto il momento di dare a tutti la bella notizia: “Insieme abbiamo fatto molte attività e soprattutto realizzato diverse imprese. Quest’anno, tuttavia, uno sarà il nostro obiettivo: il ROVERMOOT 2009!”

08rs

Tutti fremono, esultano di gioia, anche lo stesso Etienne: tutti sanno più o meno cos’è un ROVERMOOT, iniziano a pensare già a chi incontreranno delle altre Compagnie e a cosa faranno insieme per diversi giorni.

Louis preferisce non dare altri dettagli, ma il lancio dell’attività sembra aver cambiato lo spirito della Compagnia. Etienne gli si avvicina e gli sussurra: “Non lo avrei mai creduto: è bastato ascoltare la parola ROVERMOOT per risvegliare la mia voglia di strada. Adesso tutto cambia! Vedrai, Louis, sarà un anno formidabile. Non vedo l’ora di incominciare!”

La riunione deve chiudersi: la Compagnia si saluta con il grido e quello che resta è un parlare ininterrotto di vecchi ricordi e di gente che si è conosciuta in vari campi e che tutti sperano di incontrare presto!

2^ chiacchierata: Tanto per incominciare…

Louis arriva in sede di corsa, Baptiste lo aspetta già da dieci minuti.

“Scusa per il ritardo, ho dovuto aspettare la metropolitana più del solito. Ho portato tutto, comunque.”

I ragazzi sono tutti quanti in stanza, perfino Etienne.

“Buona strada! Allora, pronti per iniziare?”, dice Louis alla sua Compagnia, che gli risponde entusiasta come mai prima d’ora. “Ecco qui tutto ciò che occorre sapere già da ora:

  • Dove: a Gubbio (PG), tra il Parco di Coppo e il Monte Cucco
  • Quando: Arrivo al campo l’1/8/2009 e partenza il 9/8/2009
  • Ci sono delle scadenze precise da rispettare ed elencate in questo file: Date utili e scadenze
  • Dovremo versare la quota complessiva di 140€ in due rate sul c/c:

“BANCA INTESA-SAN PAOLO

Codice IBAN conto corrente IT 92 D 03069 05092 615270386914

Intestato a ASSORAIDER – ROVERMOOT

Causale “1a quota Rovermoot – Sezione ………………. – Compagnia/Quadrato ………………”

  • Dovremo fornire delle informazioni alla Segreteria ROVERMOOT. A tal fine, dovrete compilare correttamente le schede seguenti e riconsegnarle a me Capo Compagnia, che provvederò ad inviarle tutte insieme via e-mail all’indirizzo rovermoot@assorider.it o per posta ordinaria all’indirizzo seguente:

Marinella Conte – Via Pietro Nenni, 40 – 00040 POMEZIA (RM)”

Scheda ROVERMOOT

Scheda informativa

Scheda sanitaria

Scheda alimentare

Scheda Capi