Assoraider, Associazione Italiana di Scautismo raider

3^ chiacchierata: Alla scoperta della meta

Louis e Baptiste lavorano davvero alacremente per fare del ROVERMOOT una vera e propria impresa, a cominciare da adesso: è necessaria una seria preparazione e impegno da parte di tutti perché possa essere un successo.

“Abbiamo raccolto un po’ di informazioni e di foto sui luoghi dove svolgeremo il nostro ROVERMOOT. Sono spettacolari, venite a vedere!

Gubbio è un comune di 32.674 abitanti della provincia di Perugia, in Umbria, la cui superficie è la più vasta della regione e la settima in Italia. È posizionata alla base del monte Ingino e attraversata dal torrente Camignano.

Le prime forme di insediamento nel territorio sembrano collocarsi già nella preistoria (resti di un villaggio preistorico sul monte Calvo): Gubbio fu una città umbra con il nome di Ikuvium o Iguvium, posta sulle vie di comunicazione tra il Tirreno e l’Adriatico. Testimonianze del periodo umbro sono le importanti Tavole eugubine, scoperte intorno metà del XV secolo: sette tavole in bronzo, in parte redatte in alfabeto italico ed in parte in alfabeto latino, ma sempre in lingua umbra.

La città di Gubbio è legata alla storia di San Francesco, in particolar modo ad un evento della sua vita, l’incontro con il lupo. A Gubbio Francesco si rifugiò dopo essersi allontanato da Assisi, che con le sue leggi volte al solo profitto aveva rifiutato il messaggio del santo. La città è attualmente situata sulla strada del pellegrinaggio, il Cammino di Assisi.

Monumenti e luoghi d’interesse

Il Palazzo dei Consoli fu fatto costruire nel XIV secolo dal governo della città, che in questo modo voleva testimoniare la grandezza e la potenza raggiunta dalla città. Il palazzo, in stile gotico, è alto circa sessanta metri. Dal 1901 è sede del Museo Civico, dove sono esposti antichi reperti archeologici umbri, una collezione numismatica ed una pinacoteca.

Altri luoghi di interesse sono il Museo Diocesano, il Museo della Chiesa S. Maria Nuova, la raccolta d’Arte del Convento San Francesco, il Museo della Torre di Porta Romana e il Teatro romano.

Gubbio è tradizionalmente definita la “città dei matti“, riferito alla geniale imprevedibilità degli eugubini. Una usanza tradizionale è il conferire la “patente di matto” e la cittadinanza onoraria a chi compie tre giri della vasca della cinquecentesca Fontana dei Matti, situata nel largo Bargello.
Gubbio è la sede principale delle riprese della serie televisiva prodotta dalla Lux Vide e da Rai Fiction Don Matteo, con Terence Hill.
Tre livelli della città sono collegati con ascensori pubblici ed una cabinovia a 2 posti collega Gubbio (532 m) al santuario di Sant’Ubaldo (803 m). E’ presente una pista di volo ultraleggero.

01rs1

Eventi

Il 15 maggio vi si svolge la Festa dei Ceri e l’ultima domenica di maggio di ogni anno vi si svolge il Palio della Balestra, entrambi in onore del patrono della città, Sant’Ubaldo.
A Gubbio, seconda patria di san Francesco, il Centro Internazionale per la Pace fra i Popoli di Gubbio volle celebrare dal 1994, a 768 anni dalla morte del Santo, la Festa della mansuetudine per ricordare l’evento dell’ammansimento del lupo, istituendo nel contempo il Fuoco francescano della pace da offrire a Enti, Associazioni, Istituzioni che promuovono la cultura della pace e della riconciliazione nel mondo.
Dal 7 dicembre al 10 gennaio il monte Ingino viene illuminato interamente dall’Albero di Natale più grande del mondo.

Informazioni e riferimenti
Sindaco: Orfeo Goracci (RC) dal 13/06/2006 (2º mandato)
Centralino del comune: 075 92371
Posta elettronica: staffsindaco@comune.gubbio.pg.it

Post correlati